Juventus, Allegri: "Gara matura e vittoria importante"

7 Ottobre 2023
- Di
Viola Meacci
Categorie:
Massimiliano Allegri Juventus Torino conferenza stampa Serie A 2023-2024
Tempo di lettura: 3 minuti

CONFERENZA ALLEGRI JUVENTUS TORINO- Queste le parole di Massimiliano Allegri rilasciate al termine della sfida di Serie A tra Juventus e Torino in conferenza stampa e nell’intervista ai microfoni di DAZN. 

Juventus Torino, la conferenza stampa e l’intervista di Allegri

“Non so neanche quanti ne ho giocati. Ho allenato squadre forti che me lo hanno permesso.

Ci aspettavamo una partita simile, all’inizio non riuscivamo ad andarli a prendere. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, Miretti ha fatto un buon lavoro. Poi nel secondo tempo, avendo Milik e Yildiz in panchina potevamo cambiare la partita. È stata una gara matura, su questo stiamo crescendo e sono contento dei ragazzi.

Ci sono state tre scelte sbagliate quando eravamo in controllo sul 2-0. In certe situazioni si deve tirare a colpo sicuro per chiudere l’azione e non concedere ad una squadra in grossa difficoltà”.

Juventus offensiva

"All’inizio era successa la stessa cosa a Bergamo, dove non riuscivamo ad andarli a prendere. Poi ci siamo ordinati con un semplice 4-4-2, non abbiamo concesso nulla ed eravamo più aggressivi”.

Nuovo modulo

“Avere delle soluzioni è importante, può essere ad inizio gara come a gara in corso. Oggi c’era più sicurezza nel giocare palla, cosa che invece a Bergamo non è successa e abbiamo fatto una buona partita. Ma quello 0-0 è un risultato importante”.

Obiettivi stagionali

“Sempre quello, ma non preclude il sognare altre cose perchè siamo alla Juventus. Stasera è stata una bella partita ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra, riportando la normalità della Juventus che è quella di vincere. L’atteggiamento è stato quello giusto. Ai giocatori ogni tanto va ricordato, c’è la memoria corta. Ora c’è la sosta e al ritorno ci sarà una bellissima partita contro il Milan.

Dobbiamo fare tante cose in più. I difensori hanno difeso bene di reparto, non abbiamo concesso nulla. Abbiamo difeso bene gli spazi e negli uno contro uno, poi la gestione di palla va fatta meglio. Quando hai palla devi muoverti, altrimenti devi fare una buona fase difensiva e non è facile. E’ una squadra giovane, con giocatori con meno esperienza. Yildiz diventerà meraviglioso, difficile trovare uno che stoppa la palla come lui. Kean ha fatto una gara importante, sono contento che è stato convocato. C’è entusiasmo, ma bisogna che lo stadio sia sempre così perchè ne abbiamo bisogno”.

Su Pogba

“Umanamente gli sono più che vicino. L’ho conosciuto da ragazzo, umanamente non posso che essergli vicino. Il calcio perde un giocatore diverso da tutti gli altri. Aspettiamo la sentenza, ma a noi dispiace. Speriamo il meglio per lui, a livello psicologico non è facile”.

Le condizioni di Chiesa e i Nazionali

“Oggi stava un pochino meglio. Spero recuperi. Il nostro obiettivo è mandare più giocatori possibili in Nazionale. Fagioli e Miretti ci arriveranno, il fatto che restiamo in 4… Yildiz è andato in Nazionale anche. Oggi ha giocato 15 minuti, è furbo, è sveglio”.

Gol di Gatti 

“Per Federico sono contento. Dopo la prestazione di Sassuolo si è ripreso molto velocemente ed è normale. In tutta la sua carriera farà altri sbagli come tutti, deve rimanere sereno. All’inizio non riuscivamo a prendere il Torino, poi ci siamo messi 4-4-2 nel difendere e lì siamo cresciuti. Sono contento della partita, dei ragazzi, abbiamo concesso poco o niente a parte una rovesciata di Sanabria. Difensivamente siamo stati ordinati, questo deve essere un ulteriore punto di partenza perché poi dopo la sosta andremo a Milano”.

Weah e McKennie

“Ha fatto una buona prestazione da terzino, è uno che spinge. Anche McKennie è stato bravo a coprirlo, han fatto una buona partita”. 

Le mancanze del Torino

“In quel momento, in quel frangente della partita, ci sono stati meriti della Juventus perché abbiamo difeso bene”.

Su Milik

“Ha messo a disposizione tecnica ma anche fisicità. Il primo tempo avevo bisogno di Miretti perché sapevo che sarebbe stata fisica. In quel momento serviva più fisico poi, con Kean che ha fatto una buona partita”.

Tre partite senza subire gol

“Ci sono stati errori singoli a Sassuolo, sono quelle serate che capitano. Importante aver avuto una buona reazione e bisogna continuare, tornando nella normalità della Juventus che è quella di vincere le partite. Stasera bisogna ringraziare i tifosi che son stati straordinari. Avere questo clima all’interno dello stadio per tutto l’anno sarebbe straordinario”.

Seguici Su

Advepa 3D for BusinessBanner con il logo dei servizi Discrod Sgravotech
Copyright @Torinosiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram