Cairo: "Sto lavorando per migliorare, ho tenuto tutti"

27 Settembre 2023
- Di
Viola Meacci
Condividi:
Alessandro Buongiorno Calciomercato Atalanta Urbano Cairo
Tempo di lettura: 2 minuti

CAIRO BUONGIORNO ATALANTA CALCIOMERCATO - Si è tenuto l’evento di presentazione  del Torino Club Parlamento presso la Sala Nassiriya del Senato. Nell’occasione è intervenuto anche Urbano Cairo. Il presidente del club granata ha rivelato un retroscena di Sto lavorando per migliorare, ho tenuto tuttio relativo a Buongiorno e all’offerta dell’Atalanta e molto altro. Queste le sue parole. 

Calciomercato, Cairo racconta un retroscena che lega Buongiorno all'Atalanta

"Buongiorno? Non era mia intenzione venderlo, ma l’Atalanta verso la fine del mercato me l’ha richiesto. Ho chiamato il suo procuratore, che mi ha sempre rimproverato di non voler cedere i calciatori, e gli ho raccontato dell'offerta. Il giocatore mi ha chiamato e in brevissimo tempo mi ha espresso la volontà di restare con noi. Così ho rifiutato i 25 milioni. A Buongiorno ho detto: sono felicissimo che tu rimanga, faremo un grande campionato".

In vista di Lazio-Torino

“Non è vero che non sono buoni, talvolta ho con Claudio visioni diverse, ma sono cose normali. E poi da lui comprai il primo mio giocatore, Muzzi”.

Sull’evento

"È una giornata speciale, sono presidente del Torino da 18 anni ed è davvero una bella soddisfazione assistere a questa inaugurazione".

I tifosi del Torino

"Sto lavorando per migliorare, ho tenuto tutti, non ho mai voluto vendere Buongiorno, rinunciando a 25 milioni. Poi ho comprato Zapata, Tameze, Bellanova. Una parte della tifoseria mi contesta, ma stare al passo oggi nel calcio non è semplice. Ho commissionato un sondaggio, il 75% della tifoseria è dalla mia parte, devo recuperare il restante 25 e penso proprio di riuscirci. Sono ambiziosissimo, almeno il 20% del mio tempo quotidiano lo dedico al Toro. Ma il calcio di oggi è finito nella morsa di diritti televisivi, fatturati e procuratori. Trent’anni fa vincevano lo scudetto anche Verona e Sampdoria, ma oggi c’è un’altra realtà. Io fatturo 100 milioni col Torino e devo vedermela con squadre da 400-500 che ne perdono 100. L’Inter ha appena chiuso con un rosso di 85 milioni e quasi si rallegra perché negli anni scorsi erano molti di più".

Sul campionato

"Credo che vedremo un bel campionato. L'Inter ha una qualità superiore, poi c'è il Milan che se la gioca. È un campionato con tante squadre in corsa, anche Lazio e Juve. Poi credo che anche il Torino possa far bene". "Osimhen ha fatto alcuni grandi campionati, Rudi Garcia qui a Roma è stato un allenatore di grande successo e di grande qualità. Ricordo che ne vinse dieci di fila nel suo primo campionato e si fermò proprio contro di noi, contro il Torino, quando pareggiammo uno a uno. Credo che, come sempre, quando ci sono dei cambi, quando c'è una squadra che vince ma poi va via l'allenatore e ne arriva un altro chiunque vuole mettere la sua impronta. Stanno trovando i giusti equilibri".

Sul caso De Laurentiis

“Alcune squadre hanno fatto questo genere di operazioni, io ad esempio non le ho mai fatte. E' una vicenda abbastanza scivolosa e non entro in cose che non conosco".

Su Juric

"È particolare, ma un grande mister. Lo supporto e qualche volta lo sopporto".

Seguici Su

logo facebookLogo X Twitter
Immagine del banner per la tenuta di CastelfalfiImmagine del banner Fashion Design Mateverse Show di Swiss-ITM
Immagien del banner del corso per Fashion Designer di Swiss ITMBanner con il logo dei servizi Discrod SgravotechAdvepa 3D for Business
logo facebookLogo X Twitter
Copyright @Torinosiamonoi.it
chevron-down